Pellegrinaggi 
GIORDANIA

Una breve introduzione difficilmente riesce a rendere l’idea della storia di Salvezza che ha avuto inizio in Giordania. Qui il Signore si manifestò ad Abramo e divenne suo Amico, promettendogli una discendenza più numerosa della sabbia del mare e successivamente, questa terra testimoniò le missioni di numerosi profeti, la nascita della Prima Alleanza con Mosé e gli Israeliti, e l’inizio della fede cristiana attraverso la Seconda Alleanza, annunciata da Giovanni il Battista e portata a compimento da Gesù Cristo. Vivere questi luoghi è iniziare un percorso dalle radici della nostra fede, certi che il Signore accompagna i nostri passi.

Programma

1° giorno: Italia – Amman.
Ritrovo in aeroporto e partenza per Amman via Vienna. Arrivo e trasferimento in albergo. Sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno: Amman – escursioni: Monte Nebo – Madaba – Macheronte.
Mezza pensione in albergo. Giornata di escursione.
Salita al monte Nebo, con il monumento a Mosé situato nel luogo dove si presume che il profeta sia morto e sia stato sepolto. Una piccola chiesa a pianta quadrata fu costruita in questo punto dai primi cristiani bizantini, e più tardi si espanse in un vasto complesso. Sessant’anni di scavi hanno rivelato una chiesa basilicale e un vasto gruppo di edifici monastici. Da una terrazza di fronte alla chiesa si può godere una vista mozzafiato sulla Valle del Giordano e sul Mar Morto, fino ai tetti di Gerusalemme e Betlemme. (condizioni atmosferiche permettendo).
Continuazione per Madaba, la cittadina dei mosaici per eccellenza. Si visita la chiesa ortodossa di San Giorgio che custodisce la celebre Mappa musiva bizantina della Terra Santa, eccezionale documento di geografia biblica dell’area che riproduce oltre 150 luoghi e città, tra cui Gerusalemme. Altri splendidi mosaici sono conservati nel Parco Archeologico di cui fanno parte la chiesa delle Vergini, la chiesa del profeta Elia e la chiesa degli Apostoli.
Al temine delle visite pranzo in ristorante.
Partenza per Muq?wir, la fortezza di Macheronte (raggiungibile dal punto panoramico solo a piedi – ca.30 min) dove Erode Antipa fece decapitare Giovanni il Battista. Gli scavi, tutt’oggi in corso, hanno identificato all’interno dell’area fortificata, parti del palazzo erodiano, con un ampio cortile ed un ricco bagno con mosaici. Verso il dirupo ovest si trovano resti di mura e torri, forse la “città bassa” di cui parla lo storico giudeo Giuseppe Flavio.
Rientro ad Amman e giro panoramico della città, moderna capitale del Regno Hashemita di Giordania.

3° giorno: escursioni alle città della Decapoli: Pella, Gadara e Gerasa.
Colazione. Si risale la fertile valle del Giordano e poi la valle del biblico fiume Yarmuk per visitare il sito di tre città della Decapoli, lega tra dieci città romane.
Si visita dapprima il sito di Pella con rovine greco romane, chiese bizantine e una piccola moschea medievale; quindi si raggiunge Gadara (Umm Qays), la città del miracolo dei maiali e della guarigione dell’indemoniato, in splendida posizione sulle alture del Golan e sul lago di Tiberiade.
Visita del sito con reperti d’epoca romana, bizantina ed ottomana. Pranzo.
Continuazione per Anjara, piccolo villaggio che vide la predicazione di Gesù in Perea negli ultimi sei mesi della sua vita. L’attrattiva del luogo è la chiesa grotta di Nostra Signora della Montagna, venerata come il luogo dove Gesù e sua madre Maria soggiornarono durante il viaggio tra il Mare di Galilea, le città della Decapoli, Betania oltre il Giordano e Gerusalemme. Anjara è stata dichiarata dal Vaticano luogo di pellegrinaggio per il Giubileo del 2000. Ultima visita al grandioso sito di Gerasa, la città ellenistico romana meglio conservata del Medio Oriente.

4° giorno: Amman-Wadi Kharrar-Wadi Mujib-Umm Ar Rasas-Kerak-Petra.
Colazione. Si scende nell’area del Mar Morto a Wadi Kharrar identificata come Betania oltre il Giordano, il luogo del battesimo di Gesù, in un ambiente naturalistico estremamente affascinante sul fiume.
Dopo la visita si prosegue per Dhiban, la storica capitale dei Moabiti dalla cui terrazza panoramica si ammira la spettacolare valle di Mujib, il biblico Arnon che segnava il confine tra le terre degli amorriti a nord e dei moabiti a sud. È l’antica Via dei Re dove si ha l’impressione che la terra si apra all’improvviso per ricongiungersi poi dall’altra parte della valle.
Continuazione per Umm Ar Rasas, il cui sito ha messo in luce un grandioso complesso di chiese bizantine dell’VIII sec. La visita si concentra alla chiesa di Santo Stefano, con il suo pavimento a mosaico perfettamente conservato, il più grande in Giordania. Il mosaico mostra l’immagine di 15 città della Terra Santa, sia ad est che ad ovest del fiume Giordano, una scoperta seconda soltanto al mosaico pavimentale di Madaba.
Pranzo in ristorante nel corso delle visite.
Continuazione per Kerak, un tempo parte del regno di Gerusalemme. Visita dell’imponente fortezza crociata, situata in cima ad una collina a circa 950 metri sopra il livello del mare e circondata su tre lati da una valle.
Continuazione per Petra.
Sistemazione in albergo: cena e pernottamento.

5° giorno: Petra.
Pensione completa. Giornata dedicata a Petra, la città scavata dai Nabatei nella pietra rosa.
La si raggiunge attraverso uno stretto canyon nella roccia detto “siq’’ al termine del quale appaiono i monumenti meglio conservati tra cui il Tesoro, il teatro romano, le case tomba, il monastero bizantino.
Prima di rientrare in albergo sosta alla Fonte di Mosè, dove la tradizione localizza la seconda battitura della roccia da parte di Mosè durante l’Esodo.

6° giorno: escursioni: Beida e Wadi Rum.
Mezza pensione in albergo. Partenza per Beida, detta la piccola Petra.
A differenza di Petra, nella quale i Nabatei vivevano, Beida fu pensata per ospitare le carovane provenienti dall’Arabia e dall’Oriente. Per poter alloggiare i carovanieri dopo la traversata del Wadi Rum i Nabatei scavarono dapprima delle piccole grotte nell’arenaria ma poi ne dovettero costruire di grandiose per il numero sempre crescente di ospiti.
Dopo la visita proseguimento per Wadi Rum, la “valle della luna”, uno degli scenari desertici più affascinanti al mondo.
Pranzo sotto una tenda beduina e pomeriggio dedicato alla scoperta del Wadi a bordo di jeep per le piste del deserto.
Rientro a Petra, cena e pernottamento.

7° giorno: Petra – Amman – Italia.
Colazione. Partenza per Amman con sosta a Kan Zaman, caravanserraglio d’epoca ottomana il cui nome significa: “C’era una volta“.
Pranzo e trasferimento in aeroporto per il rientro.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

  • Quota base € 1.090,00
  • Quota individuale di gestione pratica € 35,00
  • Tasse e oneri aeroportuali € 302,00
  • Supplementi: Camera singola € 250,00
  • Alta stagione: aprile e agosto € 90,00

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Passaggio aereo in classe turistica Italia/Amman/Italia con voli di linea
  • Trasferimenti in pullman da/per gli aeroporti in Giordania
  • Alloggio in alberghi 4 stelle in camere a due letti con bagno o doccia
  • Pensione completa dalla cena del 1° giorno al pranzo del 7° giorno
  • Visite, escursioni con guida parlante italiano per tutto il tour in pullman
  • Ingressi come da programma
  • Jeep a Wadi Rum
  • Visto d’ingresso
  • Radioguide Vox
  • Accompagnatore o Guida Biblica
  • Assistenza sanitaria, assicurazione bagaglio e annullamento viaggio Europ Assistance.
  • Possibili partenze da Venezia, Bologna e Roma: richiedere relativi supplementi.

Per visionare le altre proposte dei Pellegrinaggi:


Potrebbe interessarti...

TOP